Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
SERVICE NATIONAL DE PRÉVISION DE LA NEIGE ET DES AVALANCHES
italien français allemand anglais spagnolo russe
   
Qui sommes-nous
   Carabinieri
Partners
   Service Météo de l'Aviation Militaire
   Centro Valanghe di Arabba - Arpa Veneto
   Troupes alpines
   Arpa Emilia Romagna
   Regione Marche
   Regione Lazio
   Regione Abruzzo
Organization
   Service Météomont Carabinieri
Produits
   Prévision du risque d'avalanches
   Bulletin Mètèonivologique
   Les données des stations mauelles
   Les données des stations automatique
   Prévisions météorologiques
   La cartographie des avalanches
   La neige en place
   Observations d'altitude
   Archives Historicques
   Profil de neige
   Relevé nivo-météorologiques
   Cartes de neige
Les activitè
   La formation du personnel Météomont
Meteomont Informe
   Guide au nouveau Bulletin Meteomont
   Des conseils utiles
   Douze règles de conduite du skieur
   L’ échelle européenne du risque
La montagna in sicurezza
  sei in Home >> Archivio News>> Meteomont Informa

Il Servizio Meteomont Informa

 

Febbraio - 2013


10/02/2013


Ricognizione aerea in Abruzzo e Lazio per la valutazione del rischio nivologico e valanghivo.

Il Centro Settore Meteomont di L'Aquila in collaborazione con il Centro Operativo Aereomobili di Pescara del Corpo forestale dello Stato ha effettuato in data 10 febbraio 2013 una ricognizione aerea in Abruzzo e nel Lazio per la valutazione del rischio nivologico e valanghivo. Nella ricognizione è stata sorvolata, con particolare attenzione, le zone montane del Gran Sasso versante aquilano e teramano, Terminillo, Campo Felice, Ovindoli per valutare lo stato delle opere antivalanghe site in alcune di queste località dei comuni citati, e nei bacini di Monte Cava q. 2000 mslm (Tornimparte- AQ-), Monte Calvo q. 1898 mslm (Scoppito-AQ-), Monte Terminillo q. 2216 mslm (comuni di Cantalice e Micigliano -RI), Monte Pidocchio q.1846 mslm (Ovindoli- AQ-), Prati di Tivo q. 2015 mslm (Pietracamela-TE-). Nelle zone sorvolate si sono individuate alcune valanghe distaccatesi nei giorni precedenti e parzialmente/totalmente ricoperte dalle recenti nevicate, e di piccoli distacchi di superficie delle ultime ore dovute all'esposizione del versante al sole, soprattutto a ridosso delle rocce. Tale attività ha permesso l'elaborazione di una più dettagliata e mirata previsione sul bollettino valanghe di settore, individuando tipologie, esposizioni e periodi di distacco più probabili. Si è svolta anche un'attività preventiva di sicurezza in montagna e controllo del territorio in quanto visto la bella giornata, prima dell'estesa perturbazione attesa nelle prossime ore, sono stati monitorati molti appassionati delle sci alpinistiche e fuori pista che hanno approfittato per gite sulla neve.
Immagine  news