Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
SERVICE NATIONAL DE PRÉVISION DE LA NEIGE ET DES AVALANCHES
italien français allemand anglais spagnolo russe
   
Qui sommes-nous
   Carabinieri
Partners
   Service Météo de l'Aviation Militaire
   Centro Valanghe di Arabba - Arpa Veneto
   Troupes alpines
   Arpa Emilia Romagna
   Regione Marche
   Regione Lazio
   Regione Abruzzo
Organization
   Service Météomont Carabinieri
Produits
   Prévision du risque d'avalanches
   Bulletin Mètèonivologique
   Les données des stations mauelles
   Les données des stations automatique
   Prévisions météorologiques
   La cartographie des avalanches
   La neige en place
   Observations d'altitude
   Archives Historicques
   Profil de neige
   Relevé nivo-météorologiques
   Cartes de neige
Les activitè
   La formation du personnel Météomont
Meteomont Informe
   Guide au nouveau Bulletin Meteomont
   L’ échelle européenne du risque
   Des conseils utiles pour le ski hors piste
   Douze règles de conduite pour les skieurs sur les pistes
La montagna in sicurezza
  sei in Home >> Archivio News>> Meteomont Informa

Il Servizio Meteomont Informa

 

Settembre - 2008


28/09/2008


Prima diffusa nevicata sul Gran Sasso.

Centro Settore Meteomont - L'Aquila. Con l'abbassamento delle temperature registrato in questa ultima settimana di settembre è arrivata anche la prima neve sui rilievi più alti dell'Appennino abruzzese. Su tutta la catena del gran sasso a partire dai 1700 mslm si è infatti registrata una diffusa ma debole nevicata che ha imbiancato i rilievi fornendo una veste autunno-invernale a tutto il comprensorio. I rialzi termici dei giorni successivi hanno elevato e stabilizzato la quota di permanenza della neve sui 220-2400 mslm. La vetta più alta dell'appennino, con il ghiacciaio più meridionale d'Europa, torna con la neve a far ben sperare gli appassionati di sci, sci-alpinismo e di escursionismo invernale, gli operatori del settore, ma anche chi è chiamato a gestire le riserve idriche della regione, alle quali un importante contributo viene proprio fornito dalla fusione delle nevi. Che rappresentano pertanto una importante risorsa turistica, economica ma anche idrica ed ambientale, a favore dello sviluppo economico e sociale delle aree montane e non solo. Ben tornata neve.
Immagine  news