Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
SERVICE NATIONAL DE PRÉVISION DE LA NEIGE ET DES AVALANCHES
italien français allemand anglais spagnolo russe
   
Qui sommes-nous
   Carabinieri
Partners
   Service Météo de l'Aviation Militaire
   Centro Valanghe di Arabba - Arpa Veneto
   Troupes alpines
   Arpa Emilia Romagna
   Regione Marche
   Regione Lazio
   Regione Abruzzo
Organization
   Service Météomont Carabinieri
Produits
   Prévision du risque d'avalanches
   Bulletin Mètèonivologique
   Les données des stations mauelles
   Les données des stations automatique
   Prévisions météorologiques
   La cartographie des avalanches
   La neige en place
   Observations d'altitude
   Archives Historicques
   Profil de neige
   Relevé nivo-météorologiques
   Cartes de neige
Les activitè
   La formation du personnel Météomont
Meteomont Informe
   Guide au nouveau Bulletin Meteomont
   L’ échelle européenne du risque
   Des conseils utiles pour le ski hors piste
   Douze règles de conduite pour les skieurs sur les pistes
La montagna in sicurezza
  sei in Home >> Archivio News>> Meteomont Informa

Il Servizio Meteomont Informa

 

Aprile - 2019


09/04/2019


ALPI LIGURI MARITTIME - PROSEGUONO LE ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO IN ALTA QUOTA DOPO LE NEVICATE PRIMAVERILI.

Dopo le recenti nevicate che hanno riportato la neve a tutte le esposizioni, prosegue l'attività di monitoraggio in alta quota a cura del personale "Esperto Neve e Valanghe". Nel sottosettore delle Alpi Liguri Marittime nel comprensorio montano del Monte Saccarello e del Monte Grai, la quota neve si attesta intorno ai 1200 m nei versanti in ombra e a circa 1700 m in quelli al sole. Dall'analisi del profilo stratigrafico si è evidenziata la presenza di neve pallottolare (Foto 1), negli strati più superficiali del manto, tipica delle precipitazioni convettive come quelle verificatesi mercoledì 3 e giovedì 4 aprile scorso. Dopo le nevicate si sono staccate alcune piccole valanghe di fondo spontanee su alcuni pendii estremamente ripidi nella zona di Monesi di Triora (Foto 2) dove sono state osservate anche alcune "bocche di balena" che sono i classici segni di instabilità del manto nevoso durante la stagione primaverile. Per i prossimi giorni il Servizio Meteorologico dell'Aeronautica militare prevede condizioni di maltempo con possibili nevicate in alta quota, pertanto le attività escursionistiche saranno limitate.
Immagine  news
Immagine  news