Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
SERVICE NATIONAL DE PRÉVISION DE LA NEIGE ET DES AVALANCHES
italien français allemand anglais spagnolo russe
   
Qui sommes-nous
   Carabinieri
Partners
   Service Météo de l'Aviation Militaire
   Centro Valanghe di Arabba - Arpa Veneto
   Troupes alpines
   Arpa Emilia Romagna
   Regione Marche
   Regione Lazio
   Regione Abruzzo
Organization
   Service Météomont Carabinieri
Produits
   Prévision du risque d'avalanches
   Bulletin Mètèonivologique
   Les données des stations mauelles
   Les données des stations automatique
   Prévisions météorologiques
   La cartographie des avalanches
   La neige en place
   Observations d'altitude
   Archives Historicques
   Profil de neige
   Relevé nivo-météorologiques
   Cartes de neige
Les activitè
   La formation du personnel Météomont
Meteomont Informe
   Guide au nouveau Bulletin Meteomont
   L’ échelle européenne du risque
   Des conseils utiles pour le ski hors piste
   Douze règles de conduite pour les skieurs sur les pistes
La montagna in sicurezza
  sei in Home >> Archivio News>> Meteomont Informa

Il Servizio Meteomont Informa

 

Agosto - 2015


11/08/2015


LA NEVIERA DEL SIRENTE - Secinaro (AQ)

Nonostante le temperature alte registrate durante l'estate, nel gruppo montuoso del Monte Sirente in Abruzzo c'è un posto dove è sempre possibile trovare la neve. Questo è possibile grazie alla conformazione della valle esposta a nord-est (foto 1) ed anche al fatto che la neviera del Sirente si trova a circa 2000 m di quota ai piedi di una parete verticale a tratti strapiombante. Inoltre la neve si accumula in una sorta di imbuto naturale tra la base delle rocce ed un cumulo di detriti (foto 2) rendendo così possibile la formazione di questo nevaio perenne.
Immagine  news
Immagine  news


 

08/08/2015


ANCORA FRANE SULLE ALPI. DOPO IL VENETO SULLE DOLOMITI ANCHE IN LOMBARDIA ALLO STELVIO

Durante la sera/notte tra il 7 e l'8 agosto, tre eventi franosi hanno interessato in alta Valtellina la S.S. 38 nel tratto di strada che sale da Bormio (SO) in direzione del passo dello Stelvio. Anche stavolta, come nel Cadore, a provocare le frane è stato un temporale molto intenso di breve durata ed estremamente localizzato. Nei giorni precedenti il tempo era stato soleggiato con temperature piuttosto alte. Il personale del Corpo Forestale dello Stato è intervenuto sul posto per gestire l'emergenza insieme agli organi ed alle autorità competenti. Il Servizio Meteomont raccomanda di consultare quotidianamente il bollettino con le previsioni meteorologiche e controllare gli avvisi per fenomeni intensi che vengono emessi dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare sul sito www.meteoam.it; in caso di escursioni fare attenzione alle evoluzioni delle condizioni del tempo che in montagna possono mutare repentinamente e peggiorare soprattutto durante le ore più calde della giornata.
Immagine  news
Immagine  news