Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
SNOW AND AVALANCHE FORECAST NATIONAL SERVICE italian french german english spagnolo russian
   
About us
   Carabinieri
Partners
   Meteo service AM (AM)
   Centro Valanghe di Arabba - Arpa Veneto
   Alpine Command Troops (CTA)
   Arpa Emilia Romagna
   Regione Marche
   Regione Lazio
   Regione Abruzzo
Organization
   Meteomont Service Carabinieri
Products
   Avalanche danger Synthesis
   Weather and Snow bulletin
   Manual weather stations data
   Automatic weather stations data
   Weather forecast
   Avalanche Cartography
   Current snowfall
   High altitude observations
   Historical Archive
   Snow profile
   Snow and weather Reports
Activities
   Personnel Training
Meteomont Informs
   Meteomont Bulletin Guide
   Typical avalanche problems
   European Avalanche DangerScale
   Avalanche Accidents
   EAWS documentation
   ISSW documentation
   Useful Information for off-piste activities
   News Archive
   Videogallery
   Dodecalogue rules for skier
La montagna in sicurezza
  sei in Home >> Meteomont Informa >> Archivio News

Il Servizio Meteomont Informa

 

Novembre - 2018


28/11/2018


PRIME NEVICATE IN SICILIA

La perturbazione che ha interessato la Sicilia negli ultimi giorni del mese di novembre 2018, e il marcato calo termico registrato durante le ultime ore ha determinato le prime deboli nevicate nel comprensorio montano Madonie dalla quota 1660m s.l.m. con cm 3 di neve fresca. (foto loc .Piano Battaglia Petralia Sottana).
Immagine  news
Immagine  news


 

27/11/2018


PRIMA NEVE IN APPENNINO MERIDIONALE

Il marcato calo termico registrato durante le ultime ore, associato alla perturbazione in transito sull'intero settore, ha favorito, durante le prime ore della giornata e a partire da 1400 metri slm, deboli nevicate. In particolare, sul comprensorio montano del Matese (CE) sono stati misurati 7 cm di neve fresca. Il contestuale rialzo termico diurno associato alle piogge favorirà il rapido innalzamento della quota neve. In foto: panoramica di "Bocca della Selva" (CE), e dettaglio della neve fresca.
Immagine  news
Immagine  news


 

26/11/2018


LIGURIA - ALPI MARITTIME, NEVICATA DURANTE LA NOTTE

Le attese precipitazioni nevose già previste nei giorni scorsi dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare, si sono puntualmente verificate la notte scorsa interessando le Alpi Marittime e principalmente i monti Toraggio, Frontè e Galero con quota attecchimento intorno ai 1000 m e quota neve a partire dai 1100-1200 m. Grazie alla collaborazione con il Nucleo Elicotteri di Villanova di Albenga (SV), il personale Meteomont della Stazione Forestale di Pieve di Teco (IM) ha potuto sorvolare le zone innevate e riscontrare anche i segni dell'attività eolica che ha ridistribuito la neve fresca formando sastrugi, locali accumuli e piccole cornici sulle creste. (Foto1 Cima Redentore - Foto2 Madonna del Frontè).
Immagine  news
Immagine  news


 

26/11/2018


DUE VALANGHE SULLE ALPI COZIE

Sabato 24 novembre, verso l'ora di pranzo, due valanghe sono state segnalate sulle Alpi Cozie, in Val Po e in Val Chisone. In entrambi i casi le persone coinvolte non hanno riportato lesioni gravi. Gli esperti neve e valanghe del Servizio Meteomont dei Carabinieri Forestali hanno svolto in questi giorni i rilievi tecnici in entrambi gli scenari per rilevare le modalità e le cause dei distacchi. In entrambi i casi sono stati gli stessi scialpinisti coinvolti a provocare il distacco delle neve recente che non si è ancora ben consolidata ai sottostanti strati di neve vecchia. Prima di intraprendere una escursione scialpinistica è sempre utile consultare il bollettino valanghe che in Piemonte viene regolarmente emesso dal 12 novembre. Per consultarlo http://www.meteomont.gov.it.
Immagine  news
Immagine  news


 

21/11/2018


APPENNINO LIGURE - GALAVERNA AL PASSO DEL FAIALLO

Sull'Appennino Ligure, il personale "Osservatore" della Stazione CC Forestale di Campo Ligure (GE) ha segnalato un diffuso fenomeno di galaverna al Passo del Faiallo, che segna il confine tra le province di Savona e Genova. Questo valico, che si trova ad una quota di poco superiore ai 1000 m., durante l'inverno viene spesso interessato da nevicate copiose nonostante la vicinanza al mare e per questo motivo nei mesi più rigidi la strada viene chiusa al traffico veicolare.
Immagine  news
Immagine  news


 

09/11/2018


LOMBARDIA: TANTA PIOGGIA MA NEVICATE SOLO IN ALTA QUOTA.

Tutto il settore lombardo continua ad essere interessato in questi giorni da tempo perturbato, pioggia da debole a moderata e neve sulle Alpi Retiche ed Orobiche, solo sopra i 2200-2300 metri di quota. In questa parte del settore, solo in alta quota, il pericolo valanghe è stazionario a "DEBOLE 1" in presenza di significativi accumuli di neve ventata, dove sui pendii più ripidi saranno possibili scaricamenti, piccole valanghe, di neve a debole coesione umida-bagnata. Foto 1 e 2: Alpi orobiche Massiccio della Presolana (BG).
Immagine  news
Immagine  news