Un cristallo di ghiaccio che rappresenta Il logo del Servizio Meteomont Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
SERVIZIO NAZIONALE DI PREVISIONE NEVE E VALANGHE
italiano francese tedesco inglese spagnolo russo
   
Chi siamo
   Carabinieri
   Comando Truppe Alpine
   Servizio Meteorologico AM
Organizzazione
   Servizio Meteomont Carabinieri
   Il Servizio Meteomont CTA
   1°CMR Milano Linate
Prodotti
   Sintesi pericolo valanghe
   Sintesi previsioni montane
   Guida bollettino Meteomont
   Dati stazioni manuali
   Dati stazioni automatiche
   Previsione meteo
   Cartografia valanghe
   Nevicate in atto
   Sms Meteomont
   App per iOS e Android
   Archivio Storico
Le attività
   La formazione del personale
Meteomont Informa
   Consigli utili
   Il dodecalogo dello sciatore
   La scala del pericolo
    
La montagna in sicurezza
  sei in Home >> Archivio News>> Meteomont Informa

Il Servizio Meteomont Informa

 

Settembre - 2017


21/09/2017


PRIMA NEVICATA SUI SIBILLINI - DISAGIO NELLE ZONE TERREMOTATE

A SEGUITO DELLA PERTURBAZIONE, CHE HA INTERESSATO IL SETTORE DEI SIBILLINI, LE PIOGGE HANNO ASSUNTO CARATTERE NEVOSO AL DI SOPRA DEI 1500 MT. NELLA GIORNATA DEL 19/09/2017, CON UN DECISO CALO DELLE TEMPERATURE.
Immagine  news
 


 

20/09/2017


NEVE SETTEMBRINA SUI MASSICCI CENTRALI DELL'APPENNINO

Il rapido transito di un nucleo di aria fredda sul Centro Italia ha portato alle prime precipitazioni nevose della stagione. La neve è scesa sul Terminillo, con qualche fiocco caduto sino ai 1600 m. di Pian de' Valli (RI), ma fermandosi al suolo solo più in quota. Anche il massiccio del Gran Sasso è imbiancato con temperature che oltre i 2000 metri si mantengono negative. Nel corso della mattinata odierna quando qualche fiocco di neve potrà ancora interessare i massicci orientali dell'Abruzzo, seguirà poi un generale miglioramento ed un deciso rialzo delle temperature. In foto due immagini catturate questa mattina dalle webcam a Campo Imperatore (AQ).
Immagine  news
Immagine  news


 

16/09/2017


LOMBARDIA: NUOVE PRECIPITAZIONI NEVOSE ED ABBASSAMENTO DELLA QUOTA NEVE.

Alpi Retiche: nuove precipitazioni nevose ed abbassamento della quota neve che, per la prima volta dopo l'estate, anche se con pochi centimetri di neve umida-bagnata raggiunge quota 2000 metri. In località Passo Stelvio (SO) mt. 2757 s.l.m., neve più fredda e asciutta con spessori, attualmente, fino a 10-15 cm.
Immagine  news
Immagine  news


 

04/09/2017


LOMBARDIA ALPI RETICHE: FREDDO E NEVE IN ALTA QUOTA

La forte instabilità atmosferica che ha interessato anche la Lombardia ha portato un forte abbassamento dei valori di temperatura e precipitazioni nevose da 5 a 10 cm. in alta quota. Tali condizioni non hanno portato ad un aumento sostanziale del pericolo valanghe nel settore, che rimane isolato in alta quota su ghiacciai e nevi perenni sopra i 3000 metri.
Immagine  news
Immagine  news


 

03/09/2017


ARRIVA LA NEVE...ESTATE FINITA ?!

Finisce il mese di Agosto e, sembra sia finita pure l'estate...almeno in alta quota! La perturbazione che ha interessato le Alpi Lombarde i primi giorni di settembre ha portato neve fresca sui rilievi a ridosso del confine a partire dai 2000 metri di quota. Di certo l'estate non è finita, ma il paesaggio e il clima in alta quota sono cambiati. Foto 1 Panoramica da quota 1300 metri in Valfurva (SO). Foto 2 Panoramica del Passo Stelvio (SO) innevato.
Immagine  news
Immagine  news