Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
SERVICIO NACIONAL DE PREDICCIÒN NIEVE Y ALUDES italian french german english spagnolo russian
   
Quiénes somos
   Carabinieri
Partners
   Servicio de Meteorología de la Aeronáutica Militar (AM)
   Centro Valanghe di Arabba - Arpa Veneto
   Comando Tropas Alpinas (CTA)
   Arpa Emilia Romagna
   Regione Marche
   Regione Lazio
   Regione Abruzzo
Organización
   Meteomont – Servicio de Carabinieri
Productos
   Síntesis del peligro de aludes
   Boletín meteonivológico
   Datos estaciones manuales
   Datos estaciones automáticas
   Predicciones meteo
   Cartografía de aludes
   Nevadas presentes
   Observaciones de gran altura
   Archivo Histórico
   Perfil de nieve
   Balances meteonivológicos
Las actividades
   La formación del personal
Meteomont Informa
   Guía Boletín Meteomont
   Problemas típicos de aludes
   La Escala del Peligro
   Accidentes en aludes
   Documentación EAWS
   Documentación ISSW
   Consejos útiles
   Archivo de noticias
   Videogallery
   El dodecálogo del esquiador
La montagna in sicurezza
  Estás en Home >> Meteomont Informa >> Archivio News

Il Servizio Meteomont Informa

 

Novembre - 2016


25/11/2016


Altalena termica nell'Appennino centrale

Accentuata altalena termica nell'Appennino centrale, in cui si sta vivendo una fase di maltempo con contestuale, notevole rialzo termico. La situazione attuale è sopraggiunta dopo un affondo moderatamente freddo che nella seconda decade del mese aveva caratterizzato l'intero settore, con nevicate alle quote medie e accumuli (in alcune zone) superiori ai 20 cm. Tale andamento ha avuto influenze anche sui comportamenti della fauna selvatica, come nel Parco Nazionale d'Abruzzo sull'attività degli orsi, dove gli Agenti del Corpo Forestale dello Stato sono stati impegnati anche nel loro monitoraggio (foto 2 telemetria). Il manto nevoso è ora in veloce fase di fusione ma i modelli per i prossimi giorni prevedono una nuova svolta fredda, con ventilazione dai quadranti settentrionali. Si potrebbe quindi tornare presto a condizioni invernali con qualche nuova nevicata.