Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
SERVICIO NACIONAL DE PREDICCIÒN NIEVE Y ALUDES italian french german english spagnolo russian
   
Quiénes somos
   Carabinieri
Partners
   Servicio de Meteorología de la Aeronáutica Militar (AM)
   Centro Valanghe di Arabba - Arpa Veneto
   Comando Tropas Alpinas (CTA)
   Arpa Emilia Romagna
   Regione Marche
   Regione Lazio
   Regione Abruzzo
Organización
   Meteomont – Servicio de Carabinieri
Productos
   Síntesis del peligro de aludes
   Boletín meteonivológico
   Datos estaciones manuales
   Datos estaciones automáticas
   Predicciones meteo
   Cartografía de aludes
   Nevadas presentes
   Observaciones de gran altura
   Archivo Histórico
   Perfil de nieve
   Balances meteonivológicos
Las actividades
   La formación del personal
Meteomont Informa
   Guía Boletín Meteomont
   Problemas típicos de aludes
   La Escala del Peligro
   Accidentes en aludes
   Documentación EAWS
   Documentación ISSW
   Consejos útiles
   Archivo de noticias
   Videogallery
   El dodecálogo del esquiador
La montagna in sicurezza
  Estás en Home >> Meteomont Informa >> Archivio News

Il Servizio Meteomont Informa

 

Aprile - 2019


09/04/2019


ALPI LIGURI MARITTIME - PROSEGUONO LE ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO IN ALTA QUOTA DOPO LE NEVICATE PRIMAVERILI.

Dopo le recenti nevicate che hanno riportato la neve a tutte le esposizioni, prosegue l'attività di monitoraggio in alta quota a cura del personale "Esperto Neve e Valanghe". Nel sottosettore delle Alpi Liguri Marittime nel comprensorio montano del Monte Saccarello e del Monte Grai, la quota neve si attesta intorno ai 1200 m nei versanti in ombra e a circa 1700 m in quelli al sole. Dall'analisi del profilo stratigrafico si è evidenziata la presenza di neve pallottolare (Foto 1), negli strati più superficiali del manto, tipica delle precipitazioni convettive come quelle verificatesi mercoledì 3 e giovedì 4 aprile scorso. Dopo le nevicate si sono staccate alcune piccole valanghe di fondo spontanee su alcuni pendii estremamente ripidi nella zona di Monesi di Triora (Foto 2) dove sono state osservate anche alcune "bocche di balena" che sono i classici segni di instabilità del manto nevoso durante la stagione primaverile. Per i prossimi giorni il Servizio Meteorologico dell'Aeronautica militare prevede condizioni di maltempo con possibili nevicate in alta quota, pertanto le attività escursionistiche saranno limitate.
Immagine  news
Immagine  news