Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
SERVICIO NACIONAL DE PREDICCIÒN NIEVE Y ALUDES italian french german english spagnolo russian
   
Quiénes somos
   Carabinieri
Partners
   Servicio de Meteorología de la Aeronáutica Militar (AM)
   Centro Valanghe di Arabba - Arpa Veneto
   Comando Tropas Alpinas (CTA)
   Arpa Emilia Romagna
   Regione Marche
   Regione Lazio
   Regione Abruzzo
Organización
   Meteomont – Servicio de Carabinieri
Productos
   Síntesis del peligro de aludes
   Boletín meteonivológico
   Datos estaciones manuales
   Datos estaciones automáticas
   Predicciones meteo
   Cartografía de aludes
   Nevadas presentes
   Observaciones de gran altura
   Archivo Histórico
   Perfil de nieve
   Balances meteonivológicos
Las actividades
   La formación del personal
Meteomont Informa
   Guía Boletín Meteomont
   Problemas típicos de aludes
   La Escala del Peligro
   Accidentes en aludes
   Documentación EAWS
   Documentación ISSW
   Consejos útiles
   Archivo de noticias
   Videogallery
   El dodecálogo del esquiador
La montagna in sicurezza
  Estás en Home >> Meteomont Informa >> Archivio News

Il Servizio Meteomont Informa

 

Marzo - 2009


23/03/2009


Ricognizione aerea in Abruzzo e Umbria per la valutazione del rischio nivologico e valanghivo

Il Centro Settore Meteomont di L'Aquila in collaborazione con il Centro Operativo Aereomobili di Pescara del Corpo Forestale dello Stato ha effettuato nelle date del 23 e del 27 marzo 2009 ricognizioni aeree in Abruzzo ed in Umbria per la valutazione del rischio nivologico e valanghivo. Nella ricognizione aerea del 23 marzo si è sorvolato con particolare attenzione la zona di Ovindoli e Rocca di Mezzo, per valutare lo stato delle opere antivalanghe site in alcune località dei comuni sopraindicati, ed il bacino di Monte Pratello (-Rivisondoli- AQ) ove il giorno precedente una valanga a debole coesione ed a lastroni di superficie ha coinvolto uno sciatore in pista (la pista era chiusa a causa, del Forte 4 indicato nel Bollettino Nivologico). Nella seconda missione, con la gradita presenza del Comandante Regionale Abruzzo Dir. Sup. Davide Dr. De Laurentis, si è sorvolato il versante Nord del Gran Sasso d'Italia, i M.ti della Laga ed il comprensorio di Castelluccio di Norcia (Pg). Nelle zone sorvolate si sono individuate diverse valanghe distaccatesi nei giorni precedenti e parzialmente ricoperte dalle recenti nevicate del 24 c.m. Tale attività ha quindi permesso l'elaborazione di una più dettagliata e mirata previsione sul bollettino valanghe di settore, individuando tipologie, quote, esposizioni e periodi di distacco più probabili.
Immagine  news
Immagine  news