Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
NATIONALER DIENST FÜR SCHNEE UND LAWINENVORHERSAGE italienisch französisch deutsch englisch spagnolo russisch
   
MenuT
Wer wir sind
   Carabinieri
Partners
   Italienischer Wetterdienst (AM)
   Centro Valanghe di Arabba - Arpa Veneto
   Arpa Emilia Romagna
   Alpine Kommandotruppe (CTA)
   Regione Marche
   Regione Lazio
   Regione Abruzzo
Organisationen
   Meteomont - Service des Carabinieri
Service
   Überblick Lawinengefahr
   Schnee - und Lawinenbericht
   Manuelle Wetterwarte
   Automatische Wetterwarten
   Wettervorhersage
   Lawine Karte
   Aktuelle Schneefalle
   Beobachtungen in großer Höhe
   Historisches Archiv
   Schneeprofil
   Rechnungslegungen Wetterbericht
Aktivitäten
   Ausbildung der Mitarbeiter
Meteomontinformiert
   Anleitung Lawinenlagebericht Meteomont
   Typische Lawinenprobleme
   Gefahrenstufen
   Lawinenunfälle
   Dokumentations EAWS
   ISSW-Dokumentation
   Nützliche Tipps
   Nachrichtenarchiv
   Videogallery
   Zwölfeck des Skifahrers
La montagna in sicurezza
  Du bist in Home >> Meteomont Informa >> Archivio News

Il Servizio Meteomont Informa

 

Gennaio - 2018


23/01/2018


ABRUZZO: ATTIVAZIONE STRAORDINARIA DEL NUCLEO ITINERANTE DI RILEVAMENTO.

Domenica 21 gennaio 2018 è stato attivato il Nucleo di rilevamento itinerante competente per l'area dell'Alto Sangro per effettuare un sopralluogo sul sito dove, nella scorsa giornata di sabato, due sciatori sono stati travolti da una valanga. L'incidente è avvenuto poco dopo le 13:00 su un pendio esposto ad EST del crinale denominato "Toppe del Tesoro", fra i 2100 e 1950 m. di quota, dove i due sono saliti utilizzando gli impianti dell'Aremogna (Roccaraso - AQ) e percorrendo poi un tratto a piedi per raggiungere l'attacco del pendio prescelto per la discesa. Il peso e le evoluzioni dei due sciatori sul pendio, posto immediatamente sotto un crinale e oggetto di accumulo eolico negli scorsi giorni, sono stati sufficienti a sollecitare un sottostante strato debole e a causare la rottura di una successione di lastre da vento dello spessore totale di circa 50 cm. La prossimità con l'area servita dagli impianti sciistici e la velocità nelle operazioni di soccorso hanno evitato il peggio e i due travolti sono stati tratti in salvo. Il sopralluogo nonostante le avverse condizioni meteorologiche è stato condotto in corrispondenza della linea di distacco del lastrone e a meno di 24h dell'incidente, in modo da poter osservare una situazione minimamente modificata rispetto a quando l'evento si è verificato; è stata osservata sia la struttura del manto nevoso che la sua resistenza e capacità di propagazione della frattura.
Immagine  news
Immagine  news


 

22/01/2018


"SICURI IN MONTAGNA" - FRONTIGNANO DI USSITA (MC) 21 GENNAIO 2018

Nell'ambito del progetto "Sicuri in montagna" del C.N.S.A.S. si è svolta, presso il campo di addestramento A.R.T.V.A. di Frontignano di Ussita (MC), l'edizione 2018 della manifestazione "Sicuri con la Neve" organizzata dal Servizio Regionale Marche del Soccorso Alpino. I partecipanti hanno potuto esercitarsi nell'uso dell'A.R.T.V.A. e conoscere le attività svolte dal Servizio Meteomont illustrate dal personale Previsore ed Osservatore del Centro Settore Meteomont di Visso. Organizzazione del Servizio, Bollettino Pericolo Valanghe, elementi base per la conoscenza della struttura del manto nevoso e dei fenomeni valanghivi i temi affrontati con i partecipanti presso la postazione allestita con esecuzione di prove di resistenza e stratigrafiche con riconoscimento dei cristalli di neve. La manifestazione è stata l'occasione per confermare le sinergie del Servizio Meteomont e C.N.S.A.S. nella prevenzione degli incidenti e sicurezza in montagna.
Immagine  news
Immagine  news


 

11/01/2018


MIGLIORA LA SITUAZIONE DOPO LA NEVICATA SULLE ALPI PIEMONTESI.

Dopo l'intensa nevicata che ha interessato le Alpi Piemontesi ed in particolare alcuni settori della provincia di Torino, il personale del Servizio Meteomont Carabinieri, ad implementazione delle attività di analisi a terra, ha effettuato nella mattinata di ieri, un sorvolo dell'Alta Val Susa, con il supporto del 1° Nucleo Elicotteri CC di Volpiano. Le condizioni di stabilità generali del manto nevoso sono in miglioramento e senza l'instaurarsi di nuovi significativi fenomeni (rialzo termico, nuove precipitazioni, venti in quota, ecc.), si ritiene quindi improbabile l'innesco di nuove grandi valanghe spontanee. Sono tuttavia possibili piccoli scaricamenti di neve a debole coesione o in zone a forte soleggiamento. L'attività sciistica fuori pista continua a richiedere una buona capacità di valutazione del singolo pendio.
Immagine  news
Immagine  news


 

09/01/2018


FORTI NEVICATE IN PIEMONTE

Una depressione di origine atlantica ha apportato, a partire dalla giornata del 7 gennaio e attiva fino alla giornata di oggi 9 gennaio, nuove forti precipitazioni su tutto il Piemonte. La quota neve, inizialmente posizionata a quote elevate per il periodo, intorno ai 1500-1700 m, è successivamente scesa fino a quota 1000m nella giornata di ieri. Le zone interessate dalle precipitazioni più intense sono le valli del torinese, dalla Val Chisone fino alle valli del Gran Paradiso, e la zona del Monte Rosa, con apporti superiori a 150 cm di neve fresca in meno di 48h ad una quota di 2000 m s.l.m.. Nevicate più contenute, intorno ai 40-80 cm, nei restanti settori. Il manto nevoso si presenta fortemente instabile su tutti i settori e sono attese molte valanghe spontanee di medie e localmente anche di grandi dimensioni, che possono interessare anche la viabilità ordinaria. Il pericolo valanghe è di grado 5 -MOLTO FORTE sui settori alpi Cozie, Graie e Pennine; grado 4 - FORTE sui restanti settori. Viste le condizioni meteorologiche in atto e la diffusa instabilità del manto nevoso qualunque attività sportiva in ambiente montano è fortemente sconsigliata. Meteomont raccomanda di seguire gli aggiornamenti della situazione meteorologica e di leggere accuratamente il bollettino di pericolo valanghe pubblicato ogni giorno alle h 14.00.-
Immagine  news
 


 

05/01/2018


DISAGI ALLA VIABILITA' IN ALTA VALTELLINA A CAUSA DELLE ABBONDANTI NEVICATE.

Nella giornata di giovedì 4 gennaio 2018 un piccolo distacco nevoso sceso sulla strada che porta verso il Passo del Gallo a Livigno, all'altezza del tunnel Munt la Schera, ha costretto le autorità italiane e quelle elvetiche ad interdire temporaneamente il traffico lungo la strada. Il traffico dovrebbe essere ripristinato nella giornata odierna di venerdì 5 gennaio 2018. Per informazioni è possibile contattare la Polizia Locale di Livigno.