Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
NATIONALER DIENST FÜR SCHNEE- UND LAWINENVORHERSAGE italienisch französisch deutsch englisch spagnolo russisch
   
MenuT
Wer wir sind
   Carabinieri
Partners
   Italienischer Wetterdienst (AM)
   Centro Valanghe di Arabba - Arpa Veneto
   Arpa Emilia Romagna
   Alpine Kommandotruppe (CTA)
   Regione Marche
   Regione Lazio
   Regione Abruzzo
Organisationen
   Meteomont - Service des Carabinieri
Service
   Überblick Lawinengefahr
   Schnee - und Lawinenbericht
   Manuelle Wetterwarte
   Automatische Wetterwarten
   Wettervorhersage
   Lawine Karte
   Aktuelle Schneefalle
   Beobachtungen in großer Höhe
   Historisches Archiv
   Schneeprofil
   Rechnungslegungen Wetterbericht
   Schneekarten
Aktivitäten
   Ausbildung der Mitarbeiter
Meteomontinformiert
   Anleitung Lawinenlagebericht Meteomont
   Gefahrenstufen
   Lawinenunfälle
   Nützliche Tipps
   Zwölfeck des Skifahrers
La montagna in sicurezza
  sei in Home >> Archivio News>> Meteomont Informa

Il Servizio Meteomont Informa

 

Ottobre - 2013


25/10/2013


II^ Corso per Osservatore Meteonivometrico presso il Centro Settore Meteomont di Bormio.

Si è concluso il II^ Corso per Osservatore Meteonivometrico delle regioni Lombardia ed Emilia Romagna. Le lezioni, volte alla formazione del personale che svolge attività di rilevamento meteonivometrico, si sono tenute presso la sede del Centro Settore Meteomont di Bormio dal 21 al 25 Novembre 2013, mentre le esercitazioni esterne si sono svolte ai 2800 mt. del Passo dello Stelvio.
Immagine  news
Immagine  news


 

11/10/2013


PRIME ABBONDANTI NEVICATE IN LOMBARDIA

La perturbazione che dal nord Europa ha investito le regioni alpine italiane ha portato le prime intense nevicate in Lombardia. I rilievi maggiormente interessati sono stati quelli della Valtellina e Valchiavenna in provincia di Sondrio dove la neve fresca è scesa abbondante soprattutto al di sopra dei 1000/1500 m di quota. Sono stati registrati 70 cm di neve fresca sul Passo dello Stelvio; 30 cm a Livigno, Valfurva (foto 1) e Madesimo; 10-15 cm a Bormio (foto 2). Nelle province di Bergamo, Lecco e Brescia l'altezza della neve fresca caduta al suolo è compresa tra i 05 ed i 20 cm a seconda delle quote e delle esposizioni dei versanti.
Immagine  news
Immagine  news


 

08/10/2013


IL METEOMONT ALL'INTERNATIONAL SNOW SCIENCE WORKSHOP DI GRENOBLE (FRANCIA)

Il Servizio Meteomont del Corpo forestale dello Stato e del Comando Truppe Alpine parteciperà dal prossimo 7 ottobre a Grenoble, in Francia, al Laboratorio Internazionale sulle Scienze Nivologiche e lo studio delle valanghe. Il programma prevede numerose iniziative di confronto scientifico ed esercitazioni sul campo. Il Laboratorio durerà l'intera settimana, ed i partecipanti avranno anche modo di recarsi sul versante francese del Monte Bianco per valutare i programmi anti valanghe messi in pratica. Ogni anno il "tetto d'Europa" continua ad attrarre milioni di visitatori e migliaia di alpinisti, guadagnandosi il terzo posto nella classifica delle aree naturali più visitate al mondo. La copertura glaciale della Valle di Chamonix, con i sui 125 chilometri quadrati, rappresenta uno scenario originale da studiare ed un ambiente unico in cui mettere in campo le esperienze scientifiche delle nazioni partecipanti. Il Corpo forestale dello Stato, istituzionalmente impegnato nel monitoraggio dei versanti alpini, rappresenta a livello europeo un'eccellenza. Con i sui Bollettini giornalieri in varie lingue, è per tutta l'Europa esempio di sicurezza in montagna.
Immagine  news
Immagine  news


 

04/10/2013


MEETING EUROPEO EAWS

Dal 2 al 4 ottobre si è svolto a Barcellona un incontro tra i rappresentanti europei dell'EAWS al quale hanno partecipato per l'Italia il Servizio Meteomont del Corpo Forestale dello Stato e Comando Truppe Alpine e l'AINEVA. L'occasione è stato il ventennale della scala europea del pericolo valanghe. Il meeting organizzato dall'Istituto Geologico della Catalogna è un ulteriore passo nel processo di armonizzazione dei servizi valanghe a livello europeo ed internazionale.
Immagine  news
Immagine  news


 

01/10/2013


VENETO: DISTACCO DI ROCCIA NEL COMUNE DI CORTINA (BL)

Il distacco di una parete di roccia dolomitica con un fronte di 300 metri ed una lunghezza di 400 metri si è verificato nel gruppo Sorapis-Croda Marcora, nel comune di Cortina (BL) a 3.150 metri di quota. Sul posto, per i rilievi, hanno operato gli uomini del Soccorso Alpino Forestale di Auronzo di Cadore (BL). Altro personale ha effettuato ulteriori controlli con l'ausilio di un elicottero. Il distacco potrebbe essersi verificato nelle prime ore della mattina.
Immagine  news
Immagine  news