Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
SERVIZIO NAZIONALE DI PREVISIONE NEVE E VALANGHE
italiano francese tedesco inglese spagnolo russo
   
Chi siamo
   Carabinieri
Partners
   Servizio Meteorologico AM
   Centro Valanghe di Arabba - Arpa Veneto
   Comando Truppe Alpine
   Arpa Emilia Romagna
   Regione Marche
   Regione Lazio
   Regione Abruzzo
Organizzazione
   Servizio Meteomont Carabinieri
Prodotti
   Sintesi pericolo valanghe
   Sintesi previsioni montane
   Guida bollettino Meteomont
   Dati stazioni manuali
   Dati stazioni automatiche
   Previsione meteo
   Cartografia valanghe
   Nevicate in atto
   Fenomeni in atto
   Archivio Storico
   Profili penetrometrici
Le attività
   La formazione del personale
Meteomont Informa
   Consigli utili
   Il dodecalogo dello sciatore
   La scala del pericolo
   Visualizza foto del cittadino
   Problemi tipici valanghivi
Rilevatore nella tormenta
  sei in Home > Prodotti > Consulta rilievi meteonivologici giornalieri

Consulta i rilievi meteonivologici giornalieri

 
  Seleziona il settore montano di interesse per ottenere la lista dei rilievi meteonivologici misurati presso le diverse stazioni
cartina dell'Italia selezionabile Settore 06 - Sicilia Settore 05 - Appennino Calabro-Lucano Settore 04 - Grandi Massicci Appenninici e Appennino Abruzzese Settore 02 - Appennino Settentrionale Tirrenico Settore 03 - Appennino Emiliano Settore 01 - Alpi Retiche, Orobiche, Gruppo Adamello e Ortles - Cevedale Settore P - Alpi Cozie, Graie, Liguri, Marittime, Pennine, Lepontine Settore 11 - Val Veny, La Thuile, Valpelline, Val di Saint Barthélemy Settore Q - Prealpi Venete, Dolomiti Nord-Orientali, Dolomiti Sud-Orientali Settore 55 - Alpi e Prealpi Giulie e Carniche Settore 33 - Alpi Breonie, Alpi Aurine-Pusteresi, Dolomiti Nord-Orientali, Dolomiti Nord-Occidentali, Dolomiti Meridionali Settore 22 - Alpi Venoste-Passirie, Monti Sarentini, Gruppo Ortles-Cevedale, Gruppo Brenta-Adamello, Dolomiti sud-occidentali, Giudicarie-Bondone-Baldo
 

Le stazioni automatiche e manuali del Servizio Meteomont rilevano quotidianamente i seguenti dati:

- Direzione e intensità del vento;
- Temp. max e min. dell’aria;
- Umidità dell’aria;
- Altezza della neve;
- Neve caduta nelle ultime 24 h;
- Temperatura della neve nei diversi strati.

Presso le stazioni manuali si svolgono periodicamente prove penetrometriche e stratigrafiche del manto nevoso e le osservazioni relative alle condizioni meteo in atto.

operatore che rileva delle misure nivometriche
 
 
 
Seleziona un settore per ottenere le informazioni meteonivologiche

  Settore P - Alpi Cozie, Graie, Liguri, Marittime, Pennine, Lepontine
  Settore 11 - Val Veny, La Thuile, Valpelline, Val di Saint Barthélemy
  Settore 22 - Alpi Venoste-Passirie, Monti Sarentini, Gruppo Ortles-Cevedale, Gruppo Brenta-Adamello, Dolomiti sud-occidentali, Giudicarie-Bondone-Baldo
  Settore 33 - Alpi Breonie, Alpi Aurine-Pusteresi, Dolomiti Nord-Orientali, Dolomiti Nord-Occidentali, Dolomiti Meridionali
  Settore Q - Prealpi Venete, Dolomiti Nord-Orientali, Dolomiti Sud-Orientali
  Settore 55 - Alpi e Prealpi Giulie e Carniche
  Settore 01 - Alpi Retiche, Orobiche, Gruppo Adamello e Ortles - Cevedale
  Settore 02 - Appennino Settentrionale Tirrenico
  Settore 03 - Appennino Emiliano
  Settore 04 - Grandi Massicci Appenninici e Appennino Abruzzese
  Settore 05 - Appennino Calabro-Lucano
  Settore 06 - Settore Etna, Monti Nebrodi e Madonie
  Settore 07 - Settore Appennino Umbro - Marchigiano
 
  Le stazioni automatiche sono dotate di sensori per la misurazione della direzione ed intensità del vento, della temperatura dell’aria, dell'umidità relativa, della pressione barometrica, delle precipitazioni, dell'altezza della neve al suolo e del gradiente termico verticale del manto nevoso.

  La stazione manuale è una zona recintata per garantire l’integrità del manto nevoso, caratterizzata da particolari requisiti relativi all’orientamento, all’esposizione ed alla quota e distribuite sul territorio in modo da consentire il controllo nivologico per aree di riferimento.