Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
italian french german english spagnolo russian
   
Кто мы такие
   Государственное лесничное хозяйство
   Командование альпийских войск
   метеорологическая служба АМ
Организация
   Служба Метеомонт CFS
   Служба Метеомонт CTA
   1°CMR Милан Линате
Продукты
   Краткое изложение об опасности схода снежных лавин
   Бюллетень Метеомонта
   Руководство по интерпретации бюллетеня Метеомонт
   Показания ручных станций
   Показания автоматических станций
   Прогноз погоды
   Картография лавин
   Уровень снега на низкой высоте
Деятельности
   Оказание первой помощи и безопасность на лыжных трассах
   Обучение персонала
Метеомонт сообщает
   Полезные советы
   двенадцать основных заповедей лыжника
   шкала опасности
    
La montagna in sicurezza
  sei in домашная страница > Meteomont сообщает

служба сообщает Meteomont

 

Marzo 2011


Attività valanghiva spontanea in numerose localit� dell'appennino calabro-lucano

Il giorno 1 marzo u.s. si � registrata attivit� valanghiva spontanea in numerose localit� dell'appennino calabro-lucano. Tra queste degne di nota il M.te Sirino a Lagonegro (PZ) , localit� Spalla Imperatrice, per una valanga di medie dimensioni che si � distaccata a quota 1800 mslm da un pendio ripido esposto a nord. La zona di scorrimento della valanga ha interessato il comprensorio sciistico del "Sirino" interessando le piste e le zone pertinenti agli impianti di risalita, formando un accumulo di neve, nell'area di arresto, alto pi� di 3 metri. Tale attivit� valanghiva � il risultato delle nevicate che hanno interessato l'appennino meridionale i primo giorni del mese di marzo, a seguito del passaggio di una perturbazione sull'Italia che ha coinvolto gran parte delle regioni, determinando condizioni di tempo perturbato, specialmente sul versante jonico e su quello adriatico dell'appennino, con nevicate diffuse, non particolarmente forti, ma associate ad una diminuzione delle temperature minime (minime a -/�C) ed a venti localmenti anche molto forti (sopra i 24 nodi) provenienti da sud. Le foto mostrano tale attivit� valanghiva rilevata a seguito dei sopralluoghi del Comando Stazione Meteomont del CFS territorialemnte competente insieme ai tecnici esperti del centro settore meteomont di Napoli.
 

Coppa Europa 2010/2011

In occasione delle gare internazionali di sci - Coppa Europa 2010/2011, che si svolgeranno a Roccaraso (AQ) dal 28 febbraio al 4 marzo 2011, il servizio Meteomont del Corpo Forestale dello Stato, in collaborazione con L'Universit� di Ferrara, garantir� durante tutto il periodo della manifestazione il suo supporto tecnico-scientifico attraverso la redazione di prodotti nivometeorologici previsionali e derivanti dall osservazioni dirette sui tracciati di gara. Piu in particolare verranno elaborati i seguenti prodotti:il Detailed Weather Forecast (previsione meteorologica di dettaglio), avente validit� 48 ore. La redazione del bollettino avverr� ENTRO LE ORE 17.00 di ciascun giorno antecedente le prove e le gare il Last Minute Weather Forecast (aggiornamento previsione meteorologica "dell'ultimo minuto", completata dal Bollettino Piste (Ski report), contenente i dati nivo-meteorologici (TEMPERATURA, UMIDITA' RELATIVA, EVENTUALE WINDCHILL E TEMPERATURA DELLA NEVE) misurati IN TRE PUNTI lungo IL TRACCIATO, CON INDICAZIONE DEL TIPO DI NEVE. La redazione del prodotto avverr� ENTRO UN ORA PRIMA DELL'INIZIO DELLA COMPETIZIONE.
 
 

"NeveMont": il Corpo forestale dello stato a favore della viabilit� stradale e della mobilit� civile. Su www.meteomont.gov.it i dati in tempo reale sulle nevicate in atto sull'intero paese alle medie e basse quote.

Il Corpo forestale dello Stato, dallo scorso inverno, garantisce un altro servizio dedicato alla sicurezza della viabilit� stradale e della mobilit� civile attraverso Nevemont, un puntuale monitoraggio della neve a bassa quota durante gli eventi estremi (nevicate diffuse e significative sull'intero paese) che consente di produrre in tempo reale dati ed informazioni utili alla circolazione stradale delle aree pi� interne e montane d'Italia. I comandi stazione interessati dalla previsione di neve rilevano le condizioni del tempo, l'altezza della neve, lo stato della viabilit� locale e gli interventi necessari per ripristinare la circolazione eventualmente resa difficoltosa e trasmettono in tempo reale i dati che, adeguatamente elaborati, vengono pubblicati costantemente su cartine geografiche tematiche. Si pu� conoscere cos� l'evoluzione temporale e spaziale della perturbazione a carattere nevoso, della neve al suolo, delle difficolt� sulla circolazione stradale. Il tutto naturalmente in tempo reale, con informazioni prodotte nelle varie ore della giornata e della notte, in vari punti del territorio dove � presente la pattuglia della Forestale.Infatti il sistema prevede che il monitoraggio sia effettuato dalle pattuglie in qualsiasi momento della giornata e dovunque si trovi. I dati, inviati attraverso il palmare, sono georeferenziati attraverso una interpolazione degli stessi, sia in senso temporale che spaziale, e viene prodotta una cartina dinamica in continua evoluzione sulla situazione in atto. I dati vengono inviati ai servizi di protezione civile regionali e nazionali, che li inviano agli enti preposti alla gestione della viabilit�. Sono inoltre divulgati attraverso il sito www.meteomont.gov.it, le emittenti radiofoniche collegate con la sala operativa Meteomont, in particolare su Isoradio, che cos� fornisce un servizio non solo di pubblica utilit� ai cittadini ma anche comunicazioni di servizio in tempo reale, man mano che la situazione si evolve, agli addetti ai lavori, agli enti deputati a gestire tali situazioni sulla vasta rete stradale del paese.
neve mont
neve mont



Febbraio 2011


Conferenza stampa venerd� 11 febbraio alle ore 10.30 Palazzo Rospigliosi - Via XXIV Maggio, 43 - Roma.

Durante la conferenza sar� tracciato un bilancio dell'affluenza sulle piste da sci e dei rischi legati alle nuove tendenze degli sport invernali. Saranno illustrati, inoltre, gli effetti dei cambiamenti climatici sull'ambiente montano Nel corso degli ultimi anni � cresciuto il numero degli amanti dell'alta quota, ma � aumentato anche quello delle vittime da valanga e degli incidenti legati alle nuove attivit� sportive come lo snowboard e l'escursionismo con le racchette da neve. Sul "banco degli imputati", oltre a chi pratica sci fuori pista in condizioni di assoluta imprudenza provocando valanghe che travolgono i tranquilli sciatori di pista, ci sono anche i cambiamenti climatici e i loro effetti sull'ambiente montano ed innevato. Saranno questi alcuni dei principali temi al centro della conferenza stampa sulla sicurezza in montagna che si terr� venerd� 11 febbraio alle ore 10.30 presso Palazzo Rospigliosi - Via XXIV Maggio, 43 a Roma e che sar� moderata dalla giornalista di Sky Meteo 24 Claudia Adamo. Alla conferenza stampa saranno presenti, tra gli altri, il Capo del Corpo forestale dello Stato Cesare Patrone, il Capo Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli, il Comandante delle Truppe Alpine Alberto Primicerj, il Capo del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare Costante De Simone e il Capo del Corpo forestale della Regione Siciliana Pietro Tolomeo. Saranno illustrati, inoltre, i principali risultati emersi dagli studi effettuati dal Corpo forestale dello Stato in collaborazione con il Dipartimento di Climatologia dell'Universit� di Ferrara sui cambiamenti meteo-climatici e gli effetti e i rischi in montagna. Testimonial d'eccezione la campionessa plurimedagliata Stefania Belmondo, atleta bianco- verde in prima linea nell'organizzazione del Servizio Piste - Sci di fondo, che indosser� per l'occasione la nuova divisa dedicata ai servizi di sicurezza in montagna del Corpo forestale dello Stato. Infine sar� annunciato il XXIV Convegno Internazionale di Climatologia, che si terr� a Rovereto il prossimo 6 settembre, dove sar� illustrata l'intera indagine sulle tendenze generali e gli scenari climatici relativi alla dorsale appenninica che, in virt� della sua posizione geografica nel cuore del Mediterraneo, � pi� sensibile alle variazioni climatiche rispetto ad altri ambienti.
corso per Osservatore Meteonivometrico



Dicembre 2010


Dal 13 al 17 Dicembre 2010

Corso per Osservatore Meteonivometrico presso il Centro Settore Meteomont di Bormio.

Dal 13 al 17 Dicembre 2010, si terr� presso il Centro Settore Meteomont di Bormio il corso per Osservatore Meteonivometrico, mirato alla formazione del personale responsabile delle attivit� di rilevamento previste per la stagione invernale.
corso per Osservatore Meteonivometrico
Stand
corso per Osservatore Meteonivometrico
Stand

3 Dicembre 2010

Avvio attivit� di rilevamento invernale METEOMONT 2010/2011.

Da oggi si avvia l�attivit� di monitoraggio meteonivologico e valanghivo del servizio nazionale meteomont, finalizzata al controllo meteonivologico del territorio nazionale montano ed alla emissione dei bollettini di previsione pericolo valanghe.
Svolto in collaborazione con il Corpo forestale dello Stato, il Comando Truppe Alpine ed col prezioso apporto del Servizio Meteo dell�Aeronautica Militare, ogni giorno e per tutto l�inverno saranno pubblicati da METEOMONT dati ed informazioni sulle condizioni meteorologiche, sulla neve e sull�attivit� valanghiva registrati ed osservati sull�intero arco alpino e dorsale appenninica.
La rete di monitoraggio nazionale meteomont si avvale di n. 180 stazioni manuali, n. 90 stazioni automatiche, pi� di n. 600 osservatori meteonivometrici, n. 80 Esperti neve e valanghe, n. 48 previsori neve e valanghe.


Ottobre 2010


01-02-03 ottobre 2010

"Alta Quota 2010"- Fiera Bergamo. Anche il Corpo forestale dello Stato presente con uno stand sulle attivit� in montagna con Meteomont e Servizio Piste.

Dal 1� al 3 ottobre 2010, si � svolta a Bergamo la settima edizione di "ALTA QUOTA - Fiera della Montagna", uno dei primi appuntamenti per i tanti appassionati di neve. 13.000 metri quadri totali, 160 espositori con 174 marchi, offerte turistiche, italiane e d'oltralpe, hotel/benessere ed esposizione delle ultime novit� riguardanti lo sci alpino, sci nordico, snowboard, alpinismo, escursionismo, trekking e nordic-walking.
Anche il Corpo Forestale dello Stato ha partecipato a questo importante evento con uno stand espositivo, dedicato alla sicurezza in montagna con i propri servizi Meteomont e Soccorso Piste. Il Servizio Meteomont, ha presentato l'attivit� legata allo studio del manto nevoso, raccolta dati quotidiani e settimanali, elaborazione e redazione del Bollettino Nazionale Neve e Valanghe disponibile ogni giorno sul sito: www.meteomont.gov.it.
Il Servizio Soccorso Piste ha rappresentato la propria attivit� svolta in alcuni tra i pi� conosciuti comprensori sciistici dell'Arco Alpino ed Appenninico. Nel pomeriggio di sabato il personale Previsore Meteomont del Centro Settore del Coordinamento Territoriale di Bormio ha tenuto un'affollata conferenza sui compiti istituzionali del Corpo forestale dello Stato in ambiente montano.
presentazione
Stand

Febbraio 2010


13 febbraio 2010

Ricognizione aerea in Abruzzo e Lazio per la valutazione del rischio nivologico e valanghivo

Il Centro Settore Meteomont di L'Aquila in collaborazione con il Centro Operativo Aereomobili di Pescara del Corpo forestale dello Stato ha effettuato in data 13 febbraio 2010 una ricognizione aerea in Abruzzo e nel Lazio per la valutazione del rischio nivologico e valanghivo.
Nella ricognizione � stata sorvolata, con particolare attenzione, la zona di Lucoli e Rocca di Mezzo per valutare lo stato delle opere antivalanghe site in alcune localit� dei comuni citati, e nei bacini di Monte Cava q. 2000 mslm (Tornimparte- AQ-), Monte Calvo q. 1898 mslm (Scoppito-AQ-), Monte Terminillo q. 2216 mslm (comuni di Cantalice e Micigliano -RI), per poi dirigersi sui M.ti della Laga. Nelle zone sorvolate si sono individuate alcune valanghe distaccatesi nei giorni precedenti e parzialmente ricoperte dalle recenti nevicate come ad esempio in loc. Cimata del Puzzillo- (Lucoli-Aq) q. 1825 su pendio in ombra ove si � osservata una valanaga a lastroni di superficie e a debole coesione.
Tale attivit� ha permesso l'elaborazione di una pi� dettagliata e mirata previsione sul bollettino valanghe di settore, individuando tipologie, quote, esposizioni e periodi di distacco pi� probabili.
valanga loc. Cimata del Puzzillo (Lucoli-AQ)
Sciescursionisti in salita


Dicembre 2009


05 dicembre 2009

Avvio attivit� di rilevamento invernale METEOMONT 2009/2010.

Da oggi si avvia l�attivit� di monitoraggio meteonivologico e valanghivo del servizio nazionale meteomont, finalizzata al controllo meteonivologico del territorio nazionale montano ed alla emissione dei bollettini di previsione pericolo valanghe.
Svolto in collaborazione con il Corpo forestale dello Stato, il Comando Truppe Alpine ed col prezioso apporto del Servizio Meteo dell�Aeronautica Militare, ogni giorno e per tutto l�inverno saranno pubblicati da METEOMONT dati ed informazioni sulle condizioni meteorologiche, sulla neve e sull�attivit� valanghiva registrati ed osservati sull�intero arco alpino e dorsale appenninica.
La rete di monitoraggio nazionale meteomont si avvale di n. 180 stazioni manuali, n. 90 stazioni automatiche, pi� di n. 600 osservatori meteonivometrici, n. 80 Esperti neve e valanghe, n. 48 previsori neve e valanghe.
Vallombrosa
Stratigrafia Monte Amiata

Marzo 2009


23 e 27 marzo 2009

Ricognizione aerea in Abruzzo e Umbria per la valutazione del rischio nivologico e valanghivo

Il Centro Settore Meteomont di L'Aquila in collaborazione con il Centro Operativo Aereomobili di Pescara del Corpo Forestale dello Stato ha effettuato nelle date del 23 e del 27 marzo 2009 ricognizioni aeree in Abruzzo ed in Umbria per la valutazione del rischio nivologico e valanghivo.
Nella ricognizione aerea del 23 marzo si � sorvolato con particolare attenzione la zona di Ovindoli e Rocca di Mezzo, per valutare lo stato delle opere antivalanghe site in alcune localit� dei comuni sopraindicati, ed il bacino di Monte Pratello (-Rivisondoli- AQ) ove il giorno precedente una valanga a debole coesione ed a lastroni di superficie ha coinvolto uno sciatore in pista (la pista era chiusa a causa, del Forte 4 indicato nel Bollettino Nivologico).
Nella seconda missione, con la gradita presenza del Comandante Regionale Abruzzo Dir. Sup. Davide Dr. De Laurentis, si � sorvolato il versante Nord del Gran Sasso d�Italia, i M.ti della Laga ed il comprensorio di Castelluccio di Norcia (Pg). Nelle zone sorvolate si sono individuate diverse valanghe distaccatesi nei giorni precedenti e parzialmente ricoperte dalle recenti nevicate del 24 c.m. Tale attivit� ha quindi permesso l'elaborazione di una pi� dettagliata e mirata previsione sul bollettino valanghe di settore, individuando tipologie, quote, esposizioni e periodi di distacco pi� probabili.
valanga Abruzzo
valanga Abruzzo


Febbraio 2009


16/02/2009

Ricognizione aerea nell'Abruzzo Interno e del Gran Sasso d'Italia per la valutazione del rischio nivologico e valanghivo

Il Centro settore meteomont di L'Aquila in collaborazione con il Centro Operativo Aereomobili di Pescara del Corpo Forestale dello Stato ha effettuato il 16 febbraio 2009 una ricognizione aerea dell'Abruzzo Interno e del Gran Sasso d'Italia per la valutazione del rischio nivologico e valanghivo.
La ricognizine aerea ha permesso di individuare in aree in alta quota, molto frequentate dagli appassionati di alpinismo, diverse valanghe e distacchi di masse nevose difficilmente visibili da terra. In particolare due valanghe a lastroni di superficie in loc. Monte Cefalone al confine tra i comuni di L'Aquila e Lucoli (Aq) a quota 2090 e diverse altre zone pericolose al di sotto di cornici, alcune spesse 4/5 metri, nei versanti sotto vento. Tale attivit� ha quindi permesso l'elaborazione di una pi� dettagliata e mirata previsione sul bollettino valanghe di settore, individuando tipologie, quote, esposizioni e periodi di distacco pi� probabili.
valanga Abruzzo
valanga Abruzzo


Gennaio 2009


22/01/2009

L�Ente Parco Nazionale fornisce al C.F.S. un gatto delle nevi

In seguito agli allerta che la Regione Emilia Romagna (Protezione Civile e ARPA � Centro funzionale) e le Prefetture competenti hanno recentemente diramato, l�Ente Parco nazionale ha fornito al C.F.S. un gatto delle nevi per il rilievo delle grandi valanghe nel Parco Nazionale dell�Appennino Tosco-Emiliano (versante di Febbio � Comune di Villa Minozzo � RE).
Per consultare l'articolo per intero clicca qui


Dicembre 2008


09/12/2008

Stage tecnico-opertivo per previsori e personale impegnato in attivit� di elaborazione e redazione del bollettino sul pericolo neve e valanghe.

Dal 09 al 19 dicembre 2008 si terr� presso la Scuola Alpina del Corpo Forestale dello Stato di Collalto di Auronzo (BL) uno stage tecnico-operativo per previsori e personale impegnato in attivit� di redazione del bollettino sul rischio neve e valanghe. Allo stage hanno partecipato i Previsori del Corpo Forestale dello Stato e del Corpo Forestale della Regione Sicilia per approfondire le tematiche che sono chiamati giornalmente a svolgere nell�ambiente innevato in condizioni di sicurezza. Lo stage si � svolto in collaborazione del personale del servizio piste del CFS � Comando Regionale per il Veneto e del personale del Soccorso Alpino Forestale.
corso vigilanza e soccorso


05/12/2008

Avvio attivit� di rilevamento invernale METEOMONT 2008/2009.

Da oggi si avvia l�attivit� di monitoraggio meteonivologico e valanghivo del servizio nazionale meteomont, finalizzata al controllo meteonivologico del territorio nazionale montano ed alla emissione dei bollettini di previsione pericolo valanghe. Svolto in collaborazione con il Corpo forestale dello Stato, il Comando Truppe Alpine ed col prezioso apporto del Servizio Meteo dell�Aeronautica Militare, ogni giorno e per tutto l�inverno saranno pubblicati da METEOMONT dati ed informazioni sulle condizioni meteorologiche, sulla neve e sull�attivit� valanghiva registrati ed osservati sull�intero arco alpino e dorsale appenninica. La rete di monitoraggio nazionale meteomont si avvale di n. 180 stazioni manuali, n. 90 stazioni automatiche, pi� di n. 600 osservatori meteonivometrici, n. 80 Esperti neve e valanghe, n. 48 previsori neve e valanghe.


05/12/2008

2� corso di Vigilanza e soccorso sulle piste da sci per il Corpo Forestale della Regione Sicilia.

Dal 01 al 05 dicembre 2008 si � tenuto presso la Scuola Alpina del Corpo Forestale dello Stato di Collalto di Auronzo (BL) il primo corso di vigilanza e soccorso piste per il personale del Corpo Forestale della Regione Sicilia. Il personale della regione Sicilia, addestrato da personale qualificato del Servizio piste del Comando Regionale del Corpo Forestale dello Stato, del Soccorso Alpino Forestale e del Centro Aeromobile del CFS di Belluno, sar� impegnato nel servizio di vigilanza ai sensi della legge 363/2003 presso le localit� sciistiche alle pendici dell�Etna, delle Madonie e dei Nebrodi, per garantire l�incolumit� di tutti i fruitori della montagna.
corso vigilanza e soccorso


Novembre 2008


29/11/2008

Passo del Tonale 35� corso per osservatore meteonivometrico.

Dal 17 al 29 novembre 2008 si � tenuto presso la caserma Tonolini delle Truppe Alpine al P.sso del Tonale il corso per osservatore meteonivometrico, che ha visto come docenti i previsori del Corpo Forestale dello Stato e delle Truppe Alpine, nonch� i meteorologi dell�Aereonautica Militare, sono stato qualificati pi� di 30 unit� del servizio Meteomont e 7 unit� del Corpo Forestale della Regione Siciliana che saranno pronte per la prossima ed imminente stagione invernale per le attivit� di rilevamento.


Ottobre 2008


24/10/2008

30� Corso di aggiornamento meteorologico a Milano Linate per previsori.

Dal 20 al 24 ottobre 2008 si � svolto presso il CMR di Milano Linate - Servizio Meteorologico dell�Aeronautica Militare, l'aggiornamento meteorologico destinato ai Previsori neve e valanghe del Servizio Meteomont del Corpo Forestale dello Stato e delle Truppe Alpine. Tutto il personale partecipante sar� chiamato durante l'inverno a redigere il bollettino di valutazione del pericolo valanghe nei rispettivi settori montani d�Italia.


Settembre 2008


28/09/2008

Prima diffusa nevicata sul Gran Sasso.

Centro Settore Meteomont - L'Aquila. Con l'abbassamento delle temperature registrato in questa ultima settimana di settembre � arrivata anche la prima neve sui rilievi pi� alti dell'Appennino abruzzese.
Su tutta la catena del gran sasso a partire dai 1700 mslm si � infatti registrata una diffusa ma debole nevicata che ha imbiancato i rilievi fornendo una veste autunno-invernale a tutto il comprensorio. I rialzi termici dei giorni successivi hanno elevato e stabilizzato la quota di permanenza della neve sui 220-2400 mslm.
La vetta pi� alta dell'appennino, con il ghiacciaio pi� meridionale d'Europa, torna con la neve a far ben sperare gli appassionati di sci, sci-alpinismo e di escursionismo invernale, gli operatori del settore, ma anche chi � chiamato a gestire le riserve idriche della regione, alle quali un importante contributo viene proprio fornito dalla fusione delle nevi. Che rappresentano pertanto una importante risorsa turistica, economica ma anche idrica ed ambientale, a favore dello sviluppo economico e sociale delle aree montane e non solo.
Ben tornata neve.
Prima nevicata sul gran Sasso - stagione 2008-2009


Maggio 2008


08/05/2008

Prima riunione di coordinamento regionale del Centro Settore Meteomont - Sicilia

L'8 maggio 2008 si � tenuta a Palermo la prima riunione di coordinamento regionale del Centro Settore Meteomont - Sicilia, gestito dal Corpo Forestale della Regione Siciliana.
Ai lavori, avviati dal Comandante del Corpo Forestale Regionale Dott. Lonzi, hanno partecipato il responsabile del Centro Settore ed il personale qualificato addetto al controllo ed alla elaborazione del Bollettino meteomont di settore nonch� il Coordinatore nazionale del meteomont del Corpo Forestale dello Stato.
In tale riunione � stata ribadita l'importanza del servizio di sicurezza fornito ai fruitori della montagna ed � stato evidenziato il buon funzionamento della struttura Meteomont regionale e delle necessit� per il raggiungimento del suo completo sviluppo
Riunione di Coordinamento - Regione Sicilia
Riunione di Coordinamento - Regione Sicilia


07/05/2008

Incontro a Cesar� (Me) con il Vice Sindaco e l'Assessore al turismo

Il 7 maggio 2008 si � tenuta presso la sala comunale di Cesar� (Me) la prima riunione di coordinamento tecnico per i responsabili delle stazioni di rilevamento meteomont del Corpo Forestale della Regione Siciliana.
I lavori sono stati avviati con la gentile presenza del Vice Sindaco e dell'Assessore al turismo del rinomato Comune nebrodense.
Hanno partecipato inoltre il responsabile del Centro Settore meteomont Siciliano, il coordinatore nazionale del meteomont del CFS ed il personale qualificato addetto alla elaborazione del relativo Bollettino Meteomont di settore, consultabile tutti i giorni sul sito www.meteomont.gov.it.
Durante l'incontro � stato discusso il consuntivo della passata stagione invernale siciliana per migliorare l'efficienza della rete di monitoraggio regionale meteomont e sono stati formulati riconoscimenti per i successi dell'attivita' avviata in breve tempo e gia' ritenuta importante riferimento non solo per i Comuni montani e per le attivit� turistiche ma anche per le potenziali attivit� di ricerca
Riunione di Coordinamento - Regione Sicilia
Riunione di Coordinamento - Regione Sicilia


Marzo 2008


28/03/2008

Si � svolto ad Aosta il Convegno nazionale su "Neve e valanghe in Italia" organizzato dall'AINEVA .

Si � svolto ad Aosta il Convegno nazionale su "Neve e valanghe in Italia", quale momento di divulgazione e di informazione in materia di neve e valanghe, per portare a conoscenza del grande pubblico e degli operatori del settore gli aspetti innovativi in campo tecnico, scientifico e normativo in materia (vedi programma allegato) Il convegno � stato seguito con interesse da oltre 150 partecipanti ed una sintesi degli interventi � stata pubblicata sul sito dell'AINEVA. Il servizio meteomont ha contribuito con due interventi:
  • Il Magg. Silvano Gandino, del Comando Truppe Alpine, sull' attivit� di supporto meteonivologico fornito alle truppe italiane impegnate in missioni all'estero
  • Il Dr. Vincenzo Romeo del Corpo Forestale dello Stato, relativamente ad una prima ed inedita analisi (vedi sintesi intervento) preliminare di trent'anni di dati nivologici raccolti in Appennino (vedi presentazione).
  • Convegno Aosta


    20/03/2008

    Si � concluso il corso per Esperti neve e valanghe tenutosi presso il Centro di Addestramento Alpino di La Thuile (AO).

    Dal 10 al 20 marzo 2008 si � tenuto a La Thuile (AO), il corso per Esperti neve e valanghe, che ha visto il qualificarsi di 20 unit� del Corpo Forestale dello Stato provenienti dai Centri Settore del Servizio Meteomont e dai Comandi Stazione impegnati giornalmente nel rilievo dei dati meteonivometrici e nel garantire la sicurezza degli abitanti dei territori montani e di chi pratica gli sport invernali.
    trasferimento dei corsisti verso la localit� di esercitazione, sullo sfondo il M. Bianco
    unit� cinofila del CFS in attivit� di ricerca


    Dicembre 2007


    20/12/2007

    Si � concluso il corso per osservatori meteonivometrici tenutosi in Sicilia a Linguaglossa (CT).

    Dal 14 al 20 dicembre 2007 si � tenuto a Linguaglossa (CT), sulle pendici dell'Etna, il corso per osservatori meteo-nivometrici, destinato ai previsori del Servizio Meteomont del Corpo forestale della Regione Sicilia. Sono stati qualificati n� 25 unit� del Corpo forestale della Regione Siciliana che dal 24 dicembre 2007 inizieranno a monitorare quotidianamente le montagne siciliane, dall'Etna ai Nebrosi fino alle Madonie.
    attivit� di rilevamento
    cerimonia conclusiva corso meteomont in Sicilia


    14/12/2007

    Ad Arabba inizia l'aggiornamento meteonivologico destinato ai previsori

    Dal 9 al 14 dicembre 2007 si � tenuto presso al Gioppi di Arabba (BL) l'aggiornamento mete-nivologico destinato ai previsori del Servizio Meteomont esperti neve e valanghe del Corpo forestale dello Stato e delle Truppe Alpine chiamati durante l'inverno a redigere il bollettino di valutazione del pericolo valanghe
    personale C.F.S. e Truppe Alpine presso la stazione automatica di rilevamento meteomont di Passo Sella 
        a quota 2110 m slm.
    attivit� di rilevamento congiunto da parte del personale del Corpo Forestale dello Stato e delle Truppe Alpine


    06/12/2007

    Apre la Stagione Meteomont 2007/2008

    Dal 6 dicembre apre la nuova stagione invernale di rilevamento per il settore CFS Alpi Retiche, Venoste e Breonie, Gruppo Adamello e Brenta. Il 13 dicembre aprir� la stagione per i rimanenti settori del CFS.
    V.Q.A.F. Romeo per il C.F.S., Maggiore Gandino per E.I.,Direttore della Div. III Dr. Milazzo, V.Q.A.F. Ing. Aloisio responsabile del Servizio Meteomont Nazionale del C.F.S.
    attivit� di redazione del bollettino sul rischio del pericolo valanghe a seguito dei rilievi effettuati

    Novembre 2007


    24/11/2007

    Al passo del Tonale inizia il corso per osservatori meteonivometrici

    Dal 12 al 23 novembre 2007 si � tenuto presso al caserma Tonolini al P.sso del Tonale delle Truppe Alpine il corso per osservatori meteonivometrici, che ha visto come docenti esperti neve e valanghe e previsori del Corpo Forestale dello Stato e delle Truppe Alpine.
    Sono stato qualificati oltre50 unit� del servizio Meteomont,pi� 3 unit� del COrpo Forestale della Regione Siciliana, pronte per la prossima ed imminente stagione invernale.
    Corsiti del Corpo Forestale dello Stato e della Regione Siciliana in attesa della consegna degli attestati
    Consegna dell'attestato da parte del primo dirigente Dr. Milazzo al personale del Corpo Forestale della Regione Siciliana

    Ottobre 2007


    19/10/2007

    Concluso il corso per previsori a Milano Linate

    Dal 15 al 19 ottobre 2007 si � svolto presso il CMR di Milano Linate l'aggiornamento meteorologico destinato ai previsori del Servizio Meteomont esperti neve e valanghe del Corpo forestale dello Stato e delle Truppe Alpine chiamati durante l'inverno a redigere il bollettino di valutazione del pericolo valanghe
    partecipanti all'aggiornamento meteorologico presso il CMR di Linate
    consegna del crest del Corpo Forestale dello Stato del servizio meteomont da parte del VQAF Romeo al Comandante del CMR di Milano


    Settembre 2007


    05/09/2007

    Prima neve sul Gran Sasso

    neve sul Gran Sasso
    Dopo i temporali e il vento in Abruzzo � comparsa anche la neve. I fiocchi bianchi (7-8 centimetri) sono caduti sul massiccio del Gran Sasso, da 1500 metri di quota in su. La neve settembrina non e' una novita' per la cima piu' alta dell'Appennino "abituata" a ricevere la coltre bianca, a volte, anche nel mese di agosto. Spolverata bianca anche sulle cime della Maiella.

    Dicembre 2006


    07/12/2006

    Apre la nuova stagione invernale

    Dal 7 dicembre apre la nuova stagione invernale di rilevamento per il settore 01 - Alpi Retiche, Venoste e Breonie, Gruppo Adamello e Brenta.

    6/12/2006

    Concluso il corso per esperti neve e valanghe

    Nel periodo 27 novembre - 7 dicembre si � tenuto, presso la Caserma Montebianco di La Thuille (AO) del Comando Truppe Alpine, il corso per esperti neve e valanghe.
    La caserma � una delle sedi della Scuola Militare Alpina, inaugurata ad Aosta il 9 gennaio 1934, impegnata nell'addestramento di tutti i Quadri delle Truppe Alpine nelle attivit� in campo sci-alpinistico.

    Novembre 2006


    6/11/2006

    Corso per osservatori meteonivometrici al passo del Tonale

    Dal 6 al 17 novembre si � tenuto presso la caserma Tonolini al P.sso del Tonale delle Truppe Alpine il corso per osservatori meteonivometrici che ha visto come docenti gli esperti neve e valanghe delle Truppe Alpine e del Corpo forestale dello Stato che hanno qualificato oltre 60 unit� alle attivita' operative del servizio Meteomont.

    Gennaio 2006


    3/1/2006

    Nuove norme e segnaletica sulle piste da sci

    Con l'inizio della nuova stagione sciistica il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha emanato
    il 20 dicembre 2005 il decreto che integra le regole di comportamento gi� contenute nella legge n. 363/2003 - Norme in materia di sicurezza nella pratica degli sport invernali da discesa e da fondo.

    Dicembre 2005


    20/12/2005

    Istituito il premio nazionale Montagna Sicura Prevenzione e Soccorso

    Si svolger� il 20 dicembre a Roma la 1^ edizione del Premio Nazionale Montagna Sicura, ideata dal Corpo Forestale dello Stato, dedicata alle squadre di soccorso alpino delle differenti amministrazioni dello Stato e del dispositivo della Protezione Civile.

    15/12/2005

    Il bollettino neve e valanghe diffuso anche per la dorsale appenninica

    Dal 15 dicembre il bollettino nazionale neve e valanghe viene emesso giornalmente anche per i settori montani che ricadono nella dorsale appenninica.

    07/12/2005

    Apre la nuova stagione invernale

    Dal 7 dicembre apre la nuova stagione invernale di rilevamento per il settore 01 - Alpi Retiche, Venoste e Breonie, Gruppo Adamello e Brenta.

    Novembre 2005


    7/11/2005

    Al passo del Tonale inizia il corso per osservatori meteonivometrici

    squadra di operatori al Tonale
    Dal 7 al 18 novembre 2005 si � tenuto presso al caserma Tonolini al P.sso del Tonale delle Truppe Alpine il corso per osservatori meteonivometrici.
    Esperti neve e valanghe e previsori delle Truppe Alpine e del Corpo forestale dello Stato nonch� i meteorologi del servizio meteo dell'Aeronautica Militare sono stati i docenti ed istruttori che hanno qualificato oltre200 unit� del servizio Meteomont, pronte per la prossima ed imminente stagione invernale.

    Ottobre 2005


    10/10/2005

    Corso per previsori a Milano Linate

    Dal 10 al 14 ottobre 2005 si � svolto presso il CMR di Milano Linate l'aggiornamento meteorologico destinato ai previsori del Servizio Meteomont esperti neve e valanghe del Corpo forestale dello Stato e delle Truppe Alpine chiamati durante l'inverno a redigere il bollettino di valutazione del pericolo valanghe
    dirigenti e corsisti a Milano Linate
    personale dirigente C.F.S., Truppe Alpine e Aeronautica Militare

    Giugno 2005


    15/06/2005

    Siglato accordo tra Corpo Forestale dello Stato e Aeronautica Militare

    Il Corpo forestale dello Stato ha siglato una convenzione con l'Ufficio Generale per la Meteorologia (U.G.M.) del Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare. In base al nuovo progetto, il Corpo forestale dello Stato e il Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare intensificheranno lo scambio di informazioni, mappe, avvisi e messaggi utili allo svolgimento di tutte quelle attivit� ove risulti preziosa, se non indispensabile, la conoscenza dell'evoluzione delle condizioni del tempo.

    Aprile 2005


    18/04/2005

    Si conclude la stagione invernale di rilevamento meteonivometrico

    Si conclude la stagione invernale di rilevamento dei dati meteonivometrici da parte delle squadre del Corpo Forestale dello Stato nel circuito delle stazioni manuali.

    Gennaio 2005


    30/01/2005

    Il Corpo Forestale dello Stato invita a non recarsi su Massiccio Pollino

    Rotonda (PZ) - Il Coordinamento Territoriale Ambientale del Corpo Forestale dello Stato per il Parco del Pollino invita a non recarsi nelle aree del massiccio del Pollino.
    fonte www.ansa.it

    28/01/2005

    Iniziano i campionati mondiali a Bormio

    Si aprono a Bormio i Campionati Mondiali di Sci Alpino che vedranno in pista atleti da tutto il mondo dal 28 gennaio al 13 Febbraio 2005.
    Il calendario delle gare � disponibile sul sito www.souvenirprogram.it

    27/01/2005

    Allerta del Corpo Forestale dello Stato per le nevicate su Abruzzo e Marche

    Il Servizio Meteomont segnala un accentuato pericolo valanghe marcato 3 - forte 4 localmente con tendenza del pericolo in aumento alle medie ed alte quote dei grandi massicci dell�Appennino centrale (Marche, Lazio, Abruzzo) al di sopra dei 1000/1500 metri di altezza.

    01/01/2005

    Obbligatorio il casco per i minori di 14 anni

    Per sciatori e snowboarder al di sotto dei 14 anni � obbligatorio dall�inizio di gennaio l'uso del caso anche se fino al 31 marzo non ci saranno sanzioni.
    E' infatti entrata in vigore la legge sulla sicurezza dello sci Sulle piste che indica i criteri di omologazione dei caschi ed il loro utilizzo obbligatorio.
    Per chi non indossa il casco, le forze dell�ordine e gestori degli impianti potranno per� intervenire invitando a mettere il casco o impedendo di salire su seggiovie e funivie ai ragazzi che non lo portano.

    Dicembre 2004


    15/12/2004

    Viene diramato il bollettino anche per la dorsale appenninica

    Il bollettino Nazionale Neve e Valanghe viene emesso anche per la dorsale appenninica relativamente ai settori Appennino Settentrionale Tirrenico, Appennino Emiliano, Appennino Umbro - Marchigiano, Grandi Massicci Appenninici e Appennino Abruzzese, Appennino Calabro-Lucano.

    8/12/2004

    Avvio della stagione invernale

    Inizia la nuova stagione di rilevamento invernale del Servizio Meteomont.
    La diffusione del Bollettino Nazionale della neve e delle Valanghe riguarder� i Settori Alpini e sar� gradualmente esteso ai Settori Appeninici a partire dal 15 dicembre.

    2/12/2004

    Convegno Meteomont

    A Roma, presso la Sala Spithoever di Piazza Sallustio 21, si � tenuto un convegno di presentazione del Bollettino Nazionale della neve e delle Valanghe diffuso dall'8 dicembre dal Servizio Meteomont.
    L'incontro � stato aperto da Cesare Patrone, Capo del Corpo Forestale dello Stato, che ha presentato l'iniziativa insieme a Bruno Iob, Comandante delle Truppe Alpine e a Roberto Sorani, Capo dell'Ufficio Generale per la Meteorologia dell'Aeronautica Militare. Al convegno � inoltre intervenuto il Capo del Dipartimento della Protezione Civile Guido Bertolaso.

    Novembre 2004


    25/11/2004

    Le esercitazioni al Passo del Tonale

    Passo Tonale - Esercitazione congiunta di soccorso in valanga al termine del corso di qualificazione per osservatori meteonivometrici.

    Ottobre 2004


    25-29/11/2004

    Inizia la formazione del personale

    A Milano Linate si � svolto il corso di aggiornamento destinato ai previsori Meteomont.